Virus cinese: salgono a 25 i morti e c’è un caso sospetto in Italia. E’ allarme internazionale.

Il virus cinese che tiene in allerta il mondo è passato da un pipistrello ad un serpente e dal serpente all’uomo.

Così è avvenuta la trasmissione del virus di Wuhan, che conta attualmente 25 morti e più di 600 contagiati.

Sulla base delle attuali conoscenze, fa sapere la National Health Commission cinese, il periodo di incubazione del nuovo coronavirus 2019-nCoV sarebbe di 14 giorni.

Per evitare i contagi la città di Pechino ha annullato i festeggiamenti per il Capodanno cinese, un provvedimento già preso a Wuhan, dove è scoppiato il focolaio del virus.

Come riporta Repubblica, la stessa decisione l’ha presa anche Macao, dove è stato accertato un secondo caso di coronavirus su un uomo di 66 anni, arrivato mercoledì da Wuhan. La regione semi-autonoma di Macao, l’unica area in tutta la Cina in cui è consentito il gioco d’azzardo, attira ogni anno milioni di turisti dalla Cina continentale.

Le indagini, intanto, continuano e l’OMS sta valutando la possibilità di dichiarare il rischio internazionali.

Intanto, nel tardo pomeriggio arriva una segnalazione in Italia, un caso sospetto a Bari. Una donna proveniente dalla
Cina è ricoverata nel Policlinico di Bari perché, arrivata al pronto soccorso con sintomi apparentemente influenzali, febbre e tosse, sono state attivate tutte le procedure previste per prevenire la diffusione del virus. Ora si attende conferma dallo Spallanzani di Roma, dove è stato inviato il campione. La signora sarebbe una cantante di ritorno da un tour in Oriente che ha toccato anche la zona di Wuhan.

Fonte: Repubblica

Foto credit: Repubblica