Di Maio stronca Zingaretti: “col maltempo che flagella l’Italia qui si parla di Ius Soli, sono sconcertato”.

Il Movimento 5 stelle e il Partito democratico si trovano al governo da qualche mese, dopo la scivolata di Salvini e il suo allontanamento dal Viminale.

Per molti l’alleanza è stata stipulata per mantenere le poltrone e non consentire agli italiani di votare, temendone così l’esito.

Per molti altri, però, le due parti hanno solo fartto l’interesse degli italiani, per quello che sarebbe costato andare al voto anticipato.

Le differenze tra i due schieramenti, però, iniziano a farsi sentire, come si può facilmente intuire dallo screzio avvenuto tra Zingaretti e Di Maio.

Il leader del Pd, durante un incontro, ha elencato i punti della nuova agenda di governo. A quanto pare, però, prima, non si era consultato con i suoi colleghi.

Zingaretti ha espresso la sua intenzione di far approvare lo Ius Soli il prima possibile, lasciando senza parole Luigi Di Maio, che ha detto senza mezzi termini:

“Zingaretti parla di Ius Soli? Sono sconcertato, basta slogan” “Col maltempo che flagella l’Italia, il futuro di undicimila lavoratori a Taranto in discussione, qui si parla di ius soli: io sono sconcertato. Siamo al Governo per governare e non per lanciare slogan o fare campagna elettorale”.

Fonte: Libero