“Il Conte-bis un sequestro di sovranità” il fedelissimo di Trump scomunica il nuovo governo.

La situazione in Italia è nuovamente delicata e tesa. Dopo la crisi di governo innescata da Salvini, Conte prova a comunicare con Pd e M5s per la formazione di uno nuovo.

Dopo diverse consultazioni al Quirinale, infatti, l’avvocato degli italiani ha deciso di accettare il secondo mandato, ma lo ha fatto “con riserva”, che potrebbe sciogliersi o meno in queste ore.

Sulla condizione politica italiana, intanto, spuntano opinioni varie da ogni parte del mondo.

A tal proposito, infatti, è tornato a farsi sentire Steve Bannon,  ex direttore di Breitbart, regista della campagna elettorale di Donald Trump nel 2016 e Chief Strategist della Casa Bianca reinventatosi, nell’ultimo biennio, “guru” dei sovranisti europei.

Intervistato per La Verità da Maria Luisa Rossi Hawkins, ha bocciato l’ipotesi del nuovo governo giallo-rosso italiano, ritenendo la coalizione M5s-Pd un “sequestro della sovranità nazionale” attuato dalle istituzioni europee.

Il governo giallorosso sarà benedetto dall’Europa e sarà il governo dei porti aperti. Aperti come le borse della Banca Centrale Europea”, chiosa Bannon, non nascondendo nè filtrando la sua idea negativa.

Fonte: Insideover