Prende la parola dopo Conte e attacca: “Bastava Saviano”, ovazione per Salvini in Aula.

Il discorso di Conte in Senato ha spiazzato tutti, persino Matteo Salvini.

Forse il vicepremier della Lega non si aspettava gli attacchi decisi e mirati del presidente del Consiglio, che l’ha definito “senza regole” e “opportunista politico”.

Come un fiume in piena Conte ha contestato la vicenda dei soldi russi alla Lega, il rosario nei comizi e i pieni poteri chiesti per governare.

Ma, dopo le dimissioni annunciate, anche Salvini ha detto qualcosa al premier:

“Mi spiace che lei mi abbia dovuto mal sopportare per un anno. Pericoloso, autoritario? Bastava il Saviano di turno a raccogliere tutta questa sequela di insulti, bastava il Travaglio, un Renzi, non il presidente del Consiglio”.

Parole, queste, che hanno suscitato l’ovazione dei leghisti e un sorriso (forse ironico) di Luigi di Maio.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero