Parla il guru anti-immigrazione: “tutti devono essere respinti” così attacca Macron.

Lo scrittore francese autore de La Grande sostituzione, punto di riferimento per i suprematisti di tutto il mondo, ha rilasciato dichiarazioni esaustive sulla condizione attuale dell’Italia e il suo rapporto coi migranti.

“Approvo la sensibilità di Matteo Salvini verso l’immigrazione, ma ho l’impressione che non sia realmente contro: vuole solo ripartirla in tutta l’Europa. Invece, secondo me, deve essere respinta”.

E sempre alla Stampa aggiunge: “Si deve procedere a una ‘rimigrazione‘ di tutti coloro che si trovano qui da noi abusivamente. Serve un grande rimpatrio di questi nuovi colonizzatori, come avvenne per i coloni francesi in Algeria, al momento dell’indipendenza”.

Ma il pensatore e scrittore francese Renaud Camus non risparmia il suo connazionale Emmanuele Macron, che identifica come il prototipo ideale del “sostituzionismo globale”“Ne ha gli elementi tipici: i legami con le banche, la visione tecnocratica del mondo, l’eliminazione della politica. È partigiano dell’immigrazione”.

Camus tiene a precisare che le sue teorie siano distanti dal voler affermare la supremazia della razza bianca, per la quale si distingue dai suprematisti che lo sostengono.

Il guru anti-immigrazione, infatti, ha fonzato anche il partito dell’in-nocenza, con il trattino dentro a voler intendere la negazione di tutto ciò che può nuocere e di ogni aggressività

Io sono assolutamente non violento“, ha concluso.

Foto credit: IlGiornale

Fonte: IlGiornale