“Ho la speranza che l’Europa cambi il mondo” Prodi e la sua magica illusione.

In occasione del suo ottantesimo compleanno, Romano Prodi esprime la sua speranza per l’Italia e il mondo intero.

Oggi credo che in Italia, per rendere concreta una speranza collettiva, occorrerebbe un leader morale non necessariamente politico.
Servirebbe qualche grande pensatore, qualche grande scienziato, una figura nella quale riconoscersi
“.

Intervistato da Il Messaggero, ha ricordato il suo percorso politico, analizzando la classe politica del passato, presente e futuro.

“Nonostante tutte le difficoltà, c’era l’idea che con l’Ulivo si potesse cambiare l’Italia e che con l’Europa possa cambiare il mondo. Quest’ultima speranza mi è rimasta”.

Allora ci si chiede: è una speranza o illusione?

Bhè, intanto, mentre si consuma la crisi di governo, l’ex presidente del Consiglio rivolge dure frecciatine anche a Lega e Movimento 5 stelle:

“Io rifarei quello che ho fatto, ma problema dell’Italia è cantare in coro, non avere dei solisti. Ce ne sono anche troppi. E come vediamo in queste ore, non leggono nemmeno lo stesso spartito […] Crisi o non crisi, andando avanti così non si va da nessuna parte”.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale