Arrivano 140 migranti ma Salvini nega lo sbarco anche alla Guardia Costiera: l’Ue faccia qualcosa.

I 141 migranti a bordo della nave Gregoretti della Guardia Costiera italiana non sbarcheranno in Italia.

Questo è quanto annunciato dal ministro degli Interni circa il salvataggio del 25 Luglio, che ha coinvolto alcune personedel montepeschereccio Accursio Giarratano, che si trovava a largo delle coste maltesi, e altre di un altro gommone segnalato da un peschereccio tunisino:

Ho dato disposizione che non venga assegnato nessun porto prima che ci sia sulla carta una redistribuzione in tutta Europa di tutti i 140 migranti a bordo”, ha tuonato il ministro.

Intanto, arrivano le dichiarazioni del comandante del peschereccio:

“Non conosciamo la nazionalità di queste persone, ma non possiamo lasciarle alla deriva, vorremmo poterle consegnare ad una autorità marittima disponibile, sia italiana che maltese. Capita molto frequentemente che ci imbattiamo in barconi pieni di migranti”.

La reazione di Salvini, nonostante la sua linea dura, è degna di nota poichè prevede la negazione dello sbarco ad una nave di militari italiani.

Per il momento, solo 5 naufraghi sono sbarcati a Lampedusa per esigenze sanitarie e la nave della Guardia Costiera italiana è ancora in navigazione.

Il leader del Carroccio ha poi aggiuno: “L’Italia sta facendo la sua parte, una motovedetta ha raccolto due imbarcazioni in difficoltà. Nelle prossime ore vedremo se alle parole dell’Europa seguiranno i fatti. Avremo modo di sperimentare la generosità di Francia, Germania, Spagna, Olanda e di tutti i Paesi che spesso e volentieri fanno la morale all’Italia. Se Macron pensa che tutti i barconi debbano arrivare in Italia ha sbagliato a capire”. 

Fonte: Libero

Foto credit: Libero