L’inno di Mameli? Quello dell’Europa viene prima. Parola di Laura Boldrini. E’ caos immediato.

In Europa gli animi continuano ad animarsi, nonostante le elezioni e i nuovi rappresentanti.

Dopo mesi trascorsi ad invocare una rivoluzione a Bruxelles, ora potrebbe essere giunto il momento.

Ma, sull’importanza dell’Europa, in Italia il dibattito è ancora acceso. I sovranisti, com’è noto, ritengono sia necessario anteporre il bene dei singoli Stati a quello dell’Unione, ma le teorie continuano ad essere discordanti.

A sostenere il contrario, ad esempio,è sempre stata Laura Boldrini. L’ex presidente della Camera non ha alcun dubbio sull’importanza dell’Europa, per la quale ancora si scaglia contro alcuni avversari politici.

A tal proposito riportiamo alcune sue dichiarazioni sulla questione:

“Prima parlavamo di simboli e di bandiere. La bandiera europea deve venire per prima; quella nazionale è importante ma viene dopo. E gli inni. Mameli va benissimo, nella nostra storia come la Marsigliese è la storia della Francia, ma l’Inno alla Gioia è l’Europa e deve essere suonato per primo in tutte le pubbliche circostanze”.

Le priorità di Laura Boldrini sono sempre state chiare. Cosa pensi del suo operato come terza carica dello Stato, conclusasi alcuni mesi fa?

Fonte: Ilfoglio

Foto credit: IlGiornale