I 5S con i migranti per far affondare Salvini.

Il Movimento Cinque Stelle è per l’accoglienza. Così il governo è ancora spaccato in due.

Matteo Salvini è solo al governo a pensarla così. La sua lotta contro gli sbarchi la fa solo.

Leggiamo Il Giornale:

Uno scontro istituzionale dietro a cui si intravede chiaramente la guerriglia politica tra M5s e Salvini. I vertici pentastellati infatti si sono attestati tatticamente in una posizione cerchiobottista sul tema migranti, né con le Ong ma neppure con il ministro dell’Interno. Un post sul Blog delle stelle finge di accusare la capitana Carola ma in realtà punta a colpire il capitano Salvini. «Nell’ultimo mese sono arrivati in Italia più di 300 irregolari e nessuno ne parla, mentre tutti parlano delle Ong. Siamo in un grande Truman Show e gli italiani subiscono questa gigantesca presa in giro» si legge.

E ancora: «I riflettori accesi sono quelli sbagliati. Invece di parlare delle centinaia di migranti che continuano ad arrivare sulle nostre coste con i barchini fantasma, giornali come Der Spiegel reggono il gioco delle Ong». E quindi, rivolti a Salvini: «Che senso ha rilasciare interviste o andare in tv se poi queste navi tornano in mare per provocare nuovamente il nostro Paese? Servono fatti, non parole.

Ad esempio con il nostro emendamento sulla confisca immediata delle navi che non rispettano le nostre leggi». Insomma il messaggio è chiaro: Salvini usa mediaticamente le battaglie contro le navi Ong di turno, ma il problema sbarchi non lo sta risolvendo. Lo stesso argomento usato dal Pd contro il leader della Lega. Con la differenza che il M5s con Salvini governa.

Sì, gli sbarchi sono diminuiti, ma il problema esiste ancora e non è stato dominato totalmente.

Fonte: ilgiornale

Foto: asknews