Feltri: “Carola è tedesca e se ne fotte.” La cruda verità…

Feltri si lancia nella sua critica al sistema della solidarietà di sinistra e alla liberazione di Carola.

Non passa inosservato anche Mughini. La sinistra la solita buonista che si spaccia per il bene ma dietro manovra milioni di euro.

Leggiamo Libero Quotidiano:

Caro amico Mughini, hai scritto un libro meraviglioso sui Cretini di sinistra che ha fatto nascere in me una grande ammirazione per te. Sono sedotto dalla tua intelligenza e arguzia.

Per quanto riguarda la questione in ballo non hai tutti e torti e neppure tutte le ragioni.
Carola suscita in me sentimenti contrastanti: 
un po’ di simpatia e molta antipatia. Non capisco perché ella vada in giro per mare allo scopo di raccattare dei poveracci, con una nave olandese, e dopo averli salvati invece di portarli a casa sua intenda scaricarli a noi italiani.

È capitato anche a me di fare della beneficenza, ma con i soldi miei e non con quelli altrui. Essere buoni e umani è cosa lodevole, per cui Carola non andrebbe bistrattata per ciò che ha fatto, ma per come lo ha fatto non merita lodi.

Feltri come sempre centra il punto esatto della questione. Carola se avesse voluto fare un gesto da vera buonista avrebbe portato i migranti nel suo paese.

Fonte: libero