Passo indietro dell’Ue: nessuna infrazione per l’Italia!

Udite udite i volponi dell’Ue fanno un clamoroso passo indietro e graziano l’Italia riguardo alla ipotetica infrazione.

Qualcosa non torna. Quando è successo che l’Ue ha fatto marcia indietro sulle sue accuse al nostro Paese? C’e Qualcosa che ha a che fare con la liberazione di Carola Rackete?

Leggiamo i dettagli su Il Giornale :

La commissione europea ha deciso di non aprire la procedura d’infrazione per deficit eccessivo nei confronti dell’Italia: lo ha detto il commissario europeo agli affari economici e monetari, Pierre Moscovici, nel corso di una conferenza stampa che sancisce così la decisione di non aprire la procedura d’infrazione per debito eccessivo.

“Il governo italiano lunedì scorso ha approvato un pacchetto formale che dà una risposta formale alle nostre condizioni”, ha aggiunto il commissario secondo cui l’Italia nel complesso rispetterebbe le regole al contrario di quanto riscontrato a dicembre del 2018. Quello che farebbe l’Italia è operare una correzione più importante dello 0,3 per cento, compensando in gran parte la deviazione constatata nel 2018.

“L’Italia compie lo stesso sforzo previsto a dicembre, ma senza crescita. Pensiamo che sarebbe controproducente dal punto di vista economico e del debito pubblico chiedere alle autorità italiane di fare di più quest’anno”, ha detto.

A chi va l’applauso alla bravura di Giuseppe Conte al tavolo delle trattative?

Fonte: ilgiornale

Foto: la repubblica