Uccise le sue tre figlie. Oggi le danno la semilibertà. Il marito furioso.

Edlira. È questo il nome della donna che uccide le sue tre figlie nella provincia di Lecco.

Sono trascorsi solo 5 anni dalla tremenda strage e i suoi concittadini ancora non riescono a trovare pace.

Più di tutti il dolore dell’ex marito che ad oggi con la nuova semilibertà della donna ha di nuovo il cuore a pezzi.

Leggiamo Il Giornale:

l processo, nel 2015, aveva assolto la madre per “vizio totale di mente”: a detta dei giudici non era in grado di intendere e di volere al momento della strage, prima di cercare di togliersi la vita. Dato che era stata ritenuta affetta da “psicosi paranoide acuita da problemi personali preesistenti”, la sentenza aveva disposto che la donna trascorresse 10 anni in un ospedale psichiatrico giudiziario, data la sua pericolosità.

Ma dopo 5 anni è arrivata la semilibertà. Edlira ha terminato il suo percorso riabilitativo nell’ex ospedale psichiatrico di Castiglione delle Stiviere. Ora è ancora seguita in una comunità della provincia di Lecco ma, durante il giorno, può allontanarsi.

Il prevosto di Lecco sostiene che la donna sia cambiata in questi anni, come ha riferito al Corriere della Sera: “Ha preso coscienza del suo gesto. Può sembrare diffcile da comprendere, ma era già malata prima di commettere il terribile massacro”. Negli ultimi anni, però, le cose sarebbero cambiate: “Si è convertita al Cristianesimo, ha ricevuto il battesimo e gli altri sacramenti. Ha intrapreso un cammino non ancora concluso”.

Un finale inaspettato e da brividi. Sarà davvero cambiata la donna?

Fonte: ilgiornale

Foto: ilmessaggero