Islamici tifano Salvini: “giusto fermare l’invasione”. Musulmani sovranisti votano Lega. Choc per i buonisti.

Da quando la sinistra si è schierata a favore dell’immigrazione senza freni, tutti hanno dato per scontato che i musulmani stessero dalla loro parte.

Ma le parole dei musulmani italiani stupiscono non poco quando si parla delle istanze del leader del Carroccio.

“Non solo lo sosteniamo, di più”, hanno detto senza esitazioni.

Il gruppo in questione, che raduna italiani convertiti e stranieri naturalizzati, è convinto che “Salvini sia una speranza”.

Karim Benvenuto spiega: “Come potremmo accettare i matrimoni omosessuali, la teoria gender o l’utero in affitto?”

Da qui l’appoggio a Meloni e Salvini.

Eppure è difficile immaginare Salvini e l’Islam associati, soprattuyto dopo le posizioni e dichiarazioni del ministro degli Interni proprio sul credo islamico.

I musulmani sovranisti non si allontano per niente dal pensiero di Salvini. E, oltre agli argomenti in comune citati precedentemente, gli islamici sono d’accordo anche sull’immigrazione: “chi vuole arrivare in Italia lo deve fare regolarmente“, tuona ancora Karim.

E’ della stessa idea Safran Khaled, che in Italia ci è arrivato, ha trovato lavoro e si è integrato: “Per ottenere il visto esistono le ambasciate, non siamo mica nel Medioevo, quando ci si muoveva da un Paese all’altro senza essere identificati”.

Questo gruppo di islamici si trova perfettamente d’accordo sull’immigrazione: “L’invasione va fermata”, spiega Giancarlo Pasqualoni. “Se vuoi integrarti devi farlo seguendo delle regole ben precise”, oppure “insieme a questo flusso” arriverà anche “la parte peggiore dei Paesi da cui provengono” .

L’esclusiva de Il Giornale ha spiazzato tutta la sinistra buonista.

A voi la parola.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale