Il Vaticano si spaccia per l’Onu. Auto candidatura per l’Italia.

Domenica. Il Papa dalle terrazze del Vaticano invoca su di se i poteri e i criteri che appartiene all’Onu.

Una nuova missione quella che sembra aver intrapreso Papa Bergoglio durante la messa della domenica.

Leggiamo Il Giornale:

Gli ultimi mesi hanno visto un moltiplicarsi di conferenze e convegni internazionali in Vaticano dedicati proprio a questi temi: da quelli del settembre 2018 su «Sicurezza alimentare e dieta sana» (organizzato dalla Pas) e razzismo e xenofobia (organizzato dal cardinale Turkson)

a quelli di novembre sui cambiamenti climatici (Pas) e sull’acqua potabile «bene di tutti» (Turkson). E poi ancora, lo scorso marzo su Religioni e sviluppo sostenibile (Turkson) e il Summit dei sindacati e industriali del settore trasporti (Pas);

quindi ancora in maggio su biodiversità ed estinzione delle specie (Pas), senza dimenticare l’assemblea plenaria dell’Accademia delle Scienze sociali dedicata a «Nazione, Stato, nazione-Stato», a cui papa Francesco ha dedicato un lungo discorso improntato al mondialismo.

Insomma, uno tira l’altro e non se ne può più fare a meno. Così l’Onu può anche dimettersi e dare pieno potere alla Chiesa Internazionale.

Fonte: ilgiornale

Foto: alessandriaoggi