Salvini vuole davvero salvare chi fugge dalla guerra, ma non accogliendo chi arriva in barcone. I dettagli.

Sebbene sia attaccato da tutte le parti, Matteo Salvini non ha alcuna intenzione di mollare.

Così, nello studio di Otto e mezzo, trasmissione di Lili Gruber in onda su La7, Matteo Salvini parte dal decreto sicurezza bis, per il quale assicura:

“Contro mafiosi, scafisti, teppisti da stadio e contro chi aggredisce chi indossa una divisa. È pronto“.

Parlando di immigrazione, il ministro degli Interni ribadisce: “Stiamo garantendo sicurezza e diritti a donne e bambini che scappano davvero dalla guerra con corriodoi umanitari. In Italia col barcone non si arriva“.

E sui problemi con il Movimento 5 stelle?

Anche lì Salvini è categorico: “Se vince la Lega in Piemonte, la Tav si farà”.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero