Corte dei Conti indaga su Salvini. Repubblica fa partire l’inchiesta e la sinistra la cavalca. Salvini li demolisce.

Un’inchiesta di Repubblica ha armato la magistratura contabile contro Salvini.

Nel mirino sarebbero finiti i voli di Stato usati dal ministro, sebbene per il momento si parli solo di un “fascicolo esplorativo”.

L’ipotesi? Che Salvini abbia usato quei voli anche per iniziative elettorali e non solo per impegni istituzionali.

Dopo l’inchiesta di Repubblica che accusava Salvini di “aver fatto decine di trasferte con gli aerei della Polizia”, la Corte si è mossa per un “atto dovuto”.

A detta del quotidiano ci sarebbero stati “Decolli top secret” che “sono leciti perché unisce sempre ai comizi un evento ufficiale”.

Così la magistratura contabile del Lazio si è messa ad indagare sugli spostamenti del vicepremier.

Ovviamente occorrerà capire se si è trattato di “sperpero di risorse pubbliche”.

Ipotesi sulla quale ha marciato la sinistra, che ha accusato il leader della Lega di essere “un ministro dell’Interno fantasma” e di usare “il suo ruolo di governo per farsi campagna elettorale”.

Ne è un esempio lo sproloquio della senatrica piddì Simona Flavia Malpezzi, che ha detto: “Si sposta con gli aerei della polizia da 5mila euro a volo per i suoi comizi, è una vergogna“.

Toni duri adottati anche dal governatore della Toscana Enrico Rossi:

“Il ministro degli Interni non sta mai al lavoro e gira il Paese per comizi su aerei pagati dagli italiani. Dice che queste elezioni saranno un referendum su di lui, prendiamolo sul serio e mandiamolo a casa“.

Ma Salvini non ha fatto attendere la sua risposta: “Se risolvo un problema e lo faccio da Marte o dal Viminale che cosa cambia?”

E ha concluso:“Se volete posso restare 16 ore in ufficio a guardare Sky, io incontro sindaci, imprenditori, agricoltori, non voglio fare il ministro sigillato in ufficio, ora vado al Viminale e mi faccio una foto così a Repubblica sono contenti e io posso continuare a fare il mio lavoro”.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale