Tg1 in guerra vs Salvini: fesserie? Non c’è spazio. Scontro acceso ed aperto. Cosa è successo.

Dopo la critica di Salvini rivolta ai telegiornali delle 20, anche la redazione del Tg1 ha protestato con Matteo Salvini.

Il ministro dell’Interno ha detto che questi “raccontano solo fesserie”, per poi ritrovarsi ad incassare la dura reazione del direttore del TgLa7 Mentana, che gli ha risposto in diretta: “le sue minacce ci fanno un baffo”.

Stavolta, però, è il Comitato di redazione del Tg di Rai 1 a farsi sentire tramite nota:

“In un comizio a Legnago l’onorevole Salvini, ministro dell’Interno, ha detto che il Tg1, il Tg5 e il Tg de La7 della sera non avrebbero affrontato nessuno degli argomenti dei quali si stava parlando in piazza, ma ‘solo di fesserie di cui non importa nulla a nessuno’. Con il rispetto che è dovuto al ministro Salvini per la carica che ricopre, il Cdr del Tg1 vuole ricordargli che nelle varie edizioni, dalla mattina alla notte, il Tg1 informa i telespettatori sul dibattito politico-istituzionale del Paese, sulle vicende economiche e di politica estera, sui fatti di cronaca e sui temi che interessano la società quali la scuola, la salute, il clima, la cultura, gli spettacoli e lo sport”.

E il comunicato conclude così:

“Per le ‘fesserie’ c’è davvero poco spazio. I giornalisti del Tg1 si impegnano a continuare nella loro missione di servizio pubblico e chiedono rispetto per il loro lavoro”.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero