Piddino presidente della moschea più grande d’Italia ma è anche un parlamentare. Messo alle strette così.

Sotto la cenere dello scontro tra Sbai e Chaouki c’era ancora fuoco.

Ebbene si, dopo i diverbi degli anni scorsi, i due si ritrovano contrapposti, e non è solo una questione di partito politico rappresentato.

L’esponente della Lega Souad Sbai, infatti, ha puntato nuovamente il dito contro il piddino per la nomina a presidente della grande moschea di Roma.

La giornalista lo ha accusato così di conflitto di interessi:

“Khalid Chaouki deve fare una scelta, il suo ruolo di parlamentare non è compatibile nei fatti con il ruolo di presidente della moschea di Roma, la più grande in Italia. Un conflitto di interessi che dovrebbe risultare palese in uno Stato che vuol definirsi laico”.

Cosa ne pensi?

Fonte: IlPopulista

Foto credit: Ilprimatonazionale