Papa Francesco sta coi rom: “soffro, questa non è civilità” l’attacco al governo M5s-Lega.

Papa Francesco rischia davvero l’incidente diplomatico con il governo.

Il Pontefice ha incontrato una delegazione di 500 rom e sinti in Sala Regia in Vaticano, affrontando il tema delle contestazioni violente avvenute in queste settimane.

Ci si riferisce chiaramente a Casal Bruciato, dove CasaPound ha guidato la protesta degli italiani residenti, in occasione dell’assegnazione di alcuni alloggi popolari a famiglie rom.

Dopo lo schieramento a favore dei migranti, è arrivato quelloa favore dei rom e la polemica è stata subito servita.

Non è tanto il sostegno concesso che mette in una brutta posizione il Papa, anche perchè il Capo della Chiesa ha l’obbligo morale di aiutare le minoranze. Il momento in cui ciò avviene, e le dichiarazioni che l’hanno accompagnato, però, complicano le cose.

Quando leggo sui giornali qualcosa di brutto vi dico la verità: soffro. Oggi ho letto qualcosa di brutto e soffro perché questa non è civiltà, non è civiltà”, ha tuonato Bergoglio.

Sebbene Conte abbia affermato che a Casal Bruciato sia necessario applicare la legge, l’intesa tra Movimento 5 stelle e Lega sulla questione si fa fatica ad ottenerla.

E Bergoglio, col suo monito, non ha fatto che contribuire a complicare le cose.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero