Carabiniere scaraventato a terra, e il migrante gli spezza anche il braccio. In caserma si scopre anche di più: dettagli choc.

Firenze, maresciallo dei Carabinieri aggredito da un migrante.

Tutto è avvenuto ieri pomeriggio, intorno alle 17, quando alcuni abitanti hanno segnalato dei movimenti sospetti di un giovane straniero intorno ad alcune auto parcheggiate.

Così i Carabinieri sono arrivati tempestivamente e hanno individuato subito l’extracomunitario.

Questi, agitato dalla presenza delle Forze dell’Ordine, si è dato immediatamente alla fuga, tentando di far perdere le proprie tracce.

Il capo della pattuglia, però, è riuscito a rintracciarlo e questo ha fatto infuriare lo straniero, che ha scaraventato a terra il maresciallo.

Il clandestino di nazionalità egiziana è stato infine bloccato, ammanettato e condotto in caserma.

Lì si è scoperto che era già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti e che non aveva una fissa dimora. Inoltre, egli aveva con sè alcune dosi di hashish.

Il nordafricano è stato così arrestato con l’accusa di resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale ed ora attende il giudizio direttissimo.

Per quanto concerne il maresciallo, invece, ha riportato la frattura di un gomito, per la quale gli è stato dato un mese di prognosi.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: L.Oggi