Anziano denuncia degrado di questo centro. Il migrante lo prende a calci e pugni.

Sì, perché è quello che è successo a questo anziano signore italiano nella città di Bologna.

Fino a che punto siamo arrivati? Fino al punto che oggi denunciare un degrado significa rischiare perfino la vita.

L’uomo, infatti, nel corso del suo prezioso lavoro è stato minacciato ed aggredito da un giovane tunisino che non gradiva la presenza dell’anziano in zona e il suo impegno civico.

Come racconta Il Resto del Carlino, questa mattina intorno alle 9 il cittadino si era recato nella centralissima via Begatto per scattare alcune foto, così da documentare le condizioni della strada e la presenza di alcuni pusher che, spesso, si ritrovano sotto i portici.

L’anziano, come ha successivamente raccontato alla polizia, è stato improvvisamente avvicinato da uno straniero che ha tentato di strappargli lo smartphone dalle mani. Non riuscendoci, l’extracomunitario ha colpito il pensionato con calci e pugni.

Ma il pensionato non ha avuto paura. Anzi, coraggioso, ha chiamato la centrale operativa del 113 per denunciare la violenza subita.

Gli agenti, arrivati sul posto, hanno fermato il nordafricano, risultato essere un 23enne tunisino con precedenti.

Lo straniero o, condotto in Questura, è stato arrestato per tentata rapina impropria. Ed anche questa è fatta.

Fonte: ilgiornale

Foto credit: reggiosera