Pasqua di sangue. Sri Lanka, attacchi e bombe a chiese ed hotel: già 200 i morti. Dettagli clamorosi.

Durante le celebrazioni pasquali, diverse chiese dello Sri Lanka sono state prese di mira per diverse esplosioni.

Nello specifico, pare che queste si siano registrate a Colombo, nella città orientale di Batticaloa e a Negombo, città prevalentemente cattolica.

Un attacco simultaneo che ha già portato ad un bilancio catastrofico: quasi 200 morti e 300 feriti circa.

Oltre alle chiese anche gli hotel sono stati colpiti a Colombo, dove si trovavano anche turisti stranieri, europei e americani.

Un aspetto molto importante da non sottovalutare è l’allarme lanciato dalla polizia una decina di giorni fa proprio in merito ad alcuni attacchi terroristici contro le chiese del Paese.

L’allerta è stata chiaramente ignorata e ora non resta che contare il numero delle vittime e trovare i responsabili affinchè paghino.

Intanto, il ministro dello Sri Lanka ha detto: “Invito tutti i cittadini dello Sri Lanka in questo tragico momento a rimanere uniti e forti. Il governo sta prendendo provvedimenti immediati per contenere questa situazione”. 

La Farnesina, invece, sta provando a capire se tra le vittime ci siano anche degli italiani.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: Notiziegeopolitiche