Pasqua politicizzata dai vescovi: tutti i sermoni sui migranti. I cristiani devono accogliere e basta?

Ebbene si, anche la Pasqua, come il Natale, sarà caratterizzata dal continuo richiamo all‘emergenza migratoria.

Sermoni, riflessioni e preghiere sono costantemente segnate dall’argomento migranti e Papa Francesco è una delle tante personalità della Chiesa che insiste sulla nuove “croce” del nostro tempo.

Pensiamo ai fratelli e alle sorelle che muoiono nel Mediterraneo: il loro silenzio è assordante, e mette sotto accusa la nostra capacità di accogliere, il nostro modello di sviluppo“, ha tuonato mons. Pietro Maria Fragnelli.

Il cardinal Montenegro, che è pure l’arcivescovo di Agrigento, ha parlato di un “qualche profeta in giro” che “cavalcando l’onda della paura, afferma che il problema sono i poveri-cristi che vengono dai sud del mondo”.

Stando alle omelie e alle dichiarazioni della Chiesa (non tutta), i fedeli non avrebbero molta scelta: il cristianesimo imprrebbe l’accoglienza di un certo tipo.

E’ anche vero che non tutti sono d’accordo, come mostrano alcune iniziative di sacerdoti che disobbediscono alle direttive del Vaticano.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale