La trappola della Francia che blocca i migranti in Italia: Salvini furioso con Macron. Cosa sta accadendo.

Le strategia della Francia nei confronti della Libia rischia di divenire davvero pericolose.

Ebbene si, pare che il Paese di Macron abbia preso l’abitudine di sfidarci o di, quantomeno, metterci in difficoltà alla prima occasione utile.

A riferire le ultime novità a riguardo è il blog de IlGiornale, che scrive:
la Francia ha chiesto la proroga della chiusura delle frontiere con l’Italia per altri sei mesi a causa del rischio della presenza di jihadisti nel potenziale fiume di persone in partenza dalla Libia. La notizia è stata fatta circolare da Agi che ha ricevuto l’informazione direttamente da fonti del Viminale. La richiesta è stata motivata dal fatto che è opportuno continuare a blindare le frontiere per “emergenza nazionale”.

Chiaramente, è bene sottolineare che non è condannato il fatto in sè, poichè anche l’Italia segue le stesse direttive per motivi di sicurezza ovvi, data la possibilità di infiltrazione islamista, ma c’è qualcosa che va oltre.

Per IlGiornale, e non solo, si tartterebbe di un vero e proprio attacco a tenaglia per una ragione spiegata così: Il problema è un altro: che il caos in Libia parte anche dalle mani di Macron, che ha dato sostanzialmente il via libera a Khalifa Haftar per l’avanzata verso Tripoli. Blitz che ha scatenato l’ira del governo italiano con il ministro dell’Interno Matteo Salvini che ha puntato il diritto direttamente su Parigi. In pratica, se da un lato la Francia ha scatenato il caos, dall’altra blocca gli eventuali migranti in Italia, portando il nostro Paese nella morsa dei trafficanti di uomini.

Cosa ne pensi?

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale