Dopo gli ultimi episodi, l’annuncio di Salvini: “a giugno la pistola elettrica”.

Dopo gli ultimi episodi, ultimi in ordine di tempo quello accaduto a Genova, nei giorni scorsi, il Taser è stato usato dalla polizia in due occasioni

Come riportano fonti del Viminale, gli agenti hanno estratto la pistola elettrica e bloccato un tunisino che stava cercando di scappare per evitare l’espulsione.

Nello stesso modo è stato fermato un 40enne, ubriaco e in preda alla gelosia, che ha picchiato la moglie e poi minacciato di morte i poliziotti, lanciando loro addosso una bicicletta.

E ora arriva l’annuncio. A dichiararlo lo stesso ministro dell’interno, Matteo Salvini, in occasione della convention del partito nel Lazio: “A giugno arriva in dotazione delle forze dell’ordine la pistola elettrica”.

Come ricorda Repubblica, la sperimentazione erà già partita lo scorso settembre in 12 città italiane (Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia, Genova e Brindisi).

Dal prossimo giugno però tutte le forze dell’ordine avranno in dotazione l’arma ad impulsi elettrici che blocca i movimenti di chi viene colpito.

Tutti gli agenti di polizia, carabinieri e guardia di finanza saranno quindi provvisti della pistola elettrica. Alcuni Comuni hanno chiesto che l’arma sia data anche ai vigili urbani. Così nel decreto sicurezza è stata inserita la possibilità per i centri italiani oltre i 100mila abitanti di dotare gli agenti di polizia locale di pistole.

Le cose cambiano, se si vuole tutto è possibile.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: ilfattoquotidiano