Condanna per Emilio Fede. Finirà in carcere per il caso Ruby-bis? I dettagli della sentenza.

Per Emilio Fede è arrivata una vera e propria stangata.

Non si sa ancora quale sia il suo destino, ma il giornalista è stato senz’altro condannato per il processo Ruby-bis a 4 anni e 7 mesi di reclusione.

I reati commessi? Favoreggiamento della prostituzione delle ragazze che partecipavano alle cene ad Arcore, la famosa villa di Berlusconi.

Dal momento che la pena inflitta è superiore ai quattro anni, dovrebbe essere scontata in prigione, ma non si sa se questo accadrà.

La Procura generale, infatti, non ha ancora deciso se sospendere o meno l’ordine di carcerazione.

Senza alcun dubbio, però, le toghe prenderanno in considerazione l’età dell’ex direttore, che a Giugno compirà 88 anni.

Il procuratore generale Alfonso non ha ancora esaminato il fascicolo, ma il dossier verrà affidato alla pg Bellucci.

Le parole dell’avvocato di Fede mostrano una certa serenità: “ Siamo tranquilli. Come per qualsiasi cittadino della sua età, ci sarà la sospensione della pena e noi presenteremo la nostra istanza di domiciliari” .

Fede potrebbe scontare nel giro di sei mesi la sua pena ai domiciliari e chiedere l’affidamento ai servizi sociali.

E, per concludere, il caso di Emilio Fede si complica per una condanna in appello a 2 anni per un’estorsione ai danni di un menager di Mediaset con foto false.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero