Carabiniere ucciso, Salvini furioso: “galera a vita e sicurezza massima per le forze dell’ordine”. Dettagli shock.

A Cagnano Varano, in provincia di Foggia, una terribile sparatoria si è consumata nella piazza principale.

Durante il conflitto a fuoco, purtroppo, un carabiniere è stato ucciso.

A comunicare la notizia è stato il ministro degli Interni Salvini, che ha detto:

“Una preghiera per Vincenzo, un pensiero alla sua famiglia e ai suoi colleghi. Il mio impegno perché questo assassino non esca più di galera e perché le Forze dell’Ordine lavorino sempre più sicure, protette e rispettate”.

Stando alle prime testimonianze, il carabiniere avrebbe fermato un’automobile per un semplice controllo e quell’Alt gli sarebbe costato la vita.

L’assassino, infatti, ha subito aperto il fuoco, colpendo il militare, le cui condizioni si sono mostrate gravi sin da subito.

La vittima è il maresciallo Carlo Vincenzo di Gennario, trasferito nel Foggiano dalla Calabria da pochissimo tempo.

Il presunto omicida è stato subito fermato e condotto in caserma per l’nterrogatorio.

Attendiamo ulteriori informazioni.

Foto credit: Libero

Fonte: Libero