Ecco chi candida Macron: infiltrata italiana buonista che definisce Salvini un “mitomane”.

Emmanuel Macron” tira dritto e tra le fila dei suoi candidati alle prossime elezioni ecco chi candida: Caterina Avanza, 38enne bresciana ma trapiantata a Parigi da 15 anni, strettissima collaboratrice del presidente francese dentro En Marche.

Milita nel Pd. E proprio per il suo impegno politico, il francese l’ha indicata come “collante” tra Italia e Francia per “coagulare una classe dirigente europea progressista”.

Percorso uguale ma inverso a Sandro Gozi, prodiano e poi filo-renziano che dal Pd è stato “prestato” a En Marche. 

Macron ha insistito, spiega la Avanza al Corriere della Sera, “poi c’è stata una telefonata tra Stanislas Guerini, segretario di En Marche, e Nicola Zingaretti, che ha deciso di candidarmi anche se io non sono iscritta al suo partito.

Mi piace la sua prospettiva: in Europa serve una grande alleanza riformista, daTsipras a Macron”. L’obiettivo è fare di En Marche il nucleo di un futuro nuovo gruppo parlamentare a Strasburgo, fuori dai socialisti del Pse e dai liberali diAlde.

La Avanza si definisce più vicina alla sinistra di Giuliano Pisapia. Ciò che li lega sono gli insulti a Matteo Salvini, definito “mitomane” sul tema migranti.

Chi più di lei il presidente Macron poteva scegliere?

Fonte: Libero

Foto credit: brescia.corriere