Salvini a Roma tra un selfie e l’altro si mostra accogliente con i migranti.

Non è poi così razzista il vicepremier dell’Interno. Soprattutto dopo essersi mostrato gentile nel concedere un selfie a un migrante.

Sotto gli occhi di tutti, Matteo Salvini si è concesso ai turisti mentre passeggiava tra le strade Roma.

Tra un incontro e l’altro si è mostrato molto disponibile anche ai selfie. E non solo con i turisti, ma anche con alcuni ragazzi immigrati.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale:

Salvini si è fermato a salutare tassisti, negozianti, turisti. Tra lo stupore dei passanti il leader della Lega non si è negato a decine di selfie a fan, elettori e semplici curiosi. A controllare la camminata c’erano alcune guardie del corpo che, secondo i presenti, hanno vigilato con discrezione sui presenti. Una sorta di “bagno di folla” tra tanti complimenti e qualche battuta.

Nel pomeriggio Salvini si è diretto a piedi da piazza Colonna fino al Quirinale, dove avrebbe dovuto presenziare al cambio della guardia. Il clou della folla si è radunato intorno alla Fontana di Trevi, già normalmente piena di turisti e non.

Insieme ai turisti che gli chiedevano alcune foto, si sono avvicinati al ministro dell’Interno pure alcuni turisti. A uno degli immigrati il ministro ha detto: “Comportati bene, mi raccomando”.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilgiornale