Ultimatum Procura ai rom: sgombero subito. Cosa scoprono all’arrivo.

Sgomberato il campo nomadi a Palermo. Ma ci è voluta una task force incredibile per la maxi-operazione che alla fine ha avuto un risvolto positivo.

Carabinieri, agenti di polizia di Stato e municipale, vigili del fuoco e sanitari del 118 sono entrati nell’area nella zona della Favorita e hanno sgomberato ben 45 persone che si trovavano ancora nel campo nomade.

Uomini, donne e bambini saranno portati in strutture messe a disposizione del Comune di Palermo. Ma all’arrivo hanno scoperto l’assurdo.

Non ci sono bagni, fogne, scarichi regolari. Cumuli di rifiuti, anche amianto, giacciono a terra. Situazione che non poteva più essere tollerata. Al via un totale abbattimento.

Nel corso dell’operazione inizierà la bonifica con l’abbattimento delle ultime baracche rimaste ancora in piedi.

Nei giorni scorsi la Procura aveva lanciato un ultimatum per liberare la zona occupata abusivamente dal 1990 e dove sono state realizzate strutture pericolose per chi le abita.

Il sequestro, disposto dal Gip Walter Turturici a luglio scorso, è legato proprio a queste esigenze di tutela dell’incolumità pubblica.

Bisogna abbattere per ricostruire. Questo è cambiamento.

Fonte: il populista

Foto credit: ilpopulista