Salvini irremovibile: porti chiusi. Qui non sbarca nessuno. E Ong si rivolge altrove.

La nave Alan Kurdi della ong tedesca Sea Eye in Italia non entra. Matteo Salvini è stato chiaro: porti chiusi. In Italia non sbarca più nessuno. Accoglienza controllata.

C’è da dire che il ministro leghista aveva dato l’autorizzazione allo sbarco per due bambini con le madri. Ma questi ultimi hanno rifiutato. E allora a SAlvini non è rimasto che augurare loro “buon viaggio verso Berlino”. 

E ora a farsi carico dei 64 migranti a bordo dell’imbarcazione sarà la Germania di Angela Merkel. Un connubio che suona quasi strano.

O almeno così dovrebbe essere, anche se sicuramente la Merkel opterà per una “soluzione europea”, magari reidistribuendo tra le altre capitali del Vecchio continente il carico di immigrati raccolto dalla Ong.

E mentre si parla di quale Stato dovrebbe prendersi i migranti, dalla nave Alan Kurdi arriva un tweet diretto a Malta.

“Quinto giorno sulla Alan Kurd. Il tempo peggiora. Speriamo che le menti della politica si calmino presto per fare ciò che è umano. Salvare vite umane. Per favore signor Muscat, ci aiuti”, scrive la Ong tedesca.

La richiesta di aiuto parte ed arriva direttamente al premier maltese, Joseph Muscat. Cosa gli risponderà?

L’Italia è stata piuttosto chiara. Lo sarà anche Malta?

Fonte: Il Giornale

Foto credit: ilsussidiario