Molestata pesantemente da uno straniero a bordo di un autobus. Sotto gli occhi di tutti.

Ennesimo caso di violenza sessuale ai danni di una ragazzina da parte di un migrante presente nel nostro territorio. Il tutto è avvenuto a bordo di un autobus che collega Medicina a Bologna.

È stata una vera e propria esperienza da incubo. La giovane, di soli 17 anni e sotto choc, solo dopo essere giunta a casa ed aver parlato con i genitori, ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri.

Secondo il racconto, lo straniero ha iniziato a osservarla con insistenza, avvicinandosi sempre di più alla giovane ad ogni fermata del bus. Fino a quando non si è posizionato di fronte ad essa. A quel punto ha provato a parlarle, proferendo parole a dir poco volgari.

La ragazzina, spaventata, si è allontanata ma il molestatore non si è arreso ed ha continuato ad infastidirla pesantemente. Quando l’autobus era quasi giunto nel centro di Bologna, l’immigrato in preda ad irrefrenabili e perversi impulsi ha bagnato la ragazza con dell’acqua, con l’intento di guardare attraverso la camicetta.

Non soddisfatto, l’uomo l’ha palpeggiata e, viste le rimostranze della minore, strattonata con violenza. L’adolescente, però, ha approfittato della salita di passeggeri sul mezzo per sottrarsi dalla morsa del molestatore. Nonostante la presenza di altre persone, lo straniero ha continuato nella sua condotta fino a quando la giovane, arrivata alla sua fermata, è scesa.

Quando è tornata a casa, la minore ha raccontato la sua disavventura ai genitori che, preoccupati per l’accaduto, l’hanno accompagnata alla tenenza dei carabinieri di Medicina per sporgere denuncia contro ignoti per molestie sessuali.

Le indagini sono già partite. E i carabinieri contano di incastrare presto l’uomo anche grazie alle registrazioni e alle immagini  all’interno del pullman.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: riscattonazionale