Fico si schiera con Saviano contro Salvini. Quanto gli costerà?

Storia di tutti i giorni? Si, ormai lo sappiamo, ma uno schieramento così palese e forte quello di Fico non era mai avvenuto.

Dopo la posizione del presidente Fico a favore dei Rom arriva anche un’altra batosta per Salvini: Saviano non andava querelato.

Leggiamo Il Giornale:

“Credo che la querela di Salvini a Saviano sia stato un errore. Visto che il ministro dell’Interno ha il potere di decidere sulle scorte e Saviano è sotto scorta, io non l’avrei denunciato”, ha esclamato il presidente della Camera al Festival del giornalismo di Perugia.

Il motivo del contendere, quindi, è la decisione di Matteo Salvini di denunciare per diffamazione Saviano. Il giornalista, infatti, in più di un’occasione si era appellato al ministro dell’Interno definendolo “ministro della malavita”. 

Oltre ad accusarlo di seminare odio e bile, di parlare e compiere gesti solo per propaganda, Saviano ci aveva infilato in mezzo anche la malavita. E ora la paga cara. Anche se Fico prende le sue difese.

E dopo aver criticato per l’ennesima volta il Ministro dell’Interno e la sua politica mettendoci anche di mezzo le Europee dei sovranità, Fico ha annunciato che si ritirerà dalla politica a fine mandato. Farà sul serio?

Fonte. ilgiornale

Foto: ilprimatonazionale