Arrestato alla Caritas l’ultimo straniero. Violenza SHOCK. Per lui 20 anni di galera.

Messa a segno un’altra importante operazione condotta dai carabinieri di Ferrara . Arrestato un 32enne moldavo, in Italia senza fissa dimora, irregolare e pregiudicato, destinatario di un ordine di cattura del 2018 per il reato di violenza sessuale su minorenni.

L’uomo è stato fermato mentre stava per accedere alla mensa della Caritas. Il pedofilo è ricercato dal suo Paese perché condannato a 20 anni di carcere dopo avere stuprato in due occasioni una ragazza di soli 13 anni.

Secondo il portale estense.com l’uomo, A.I., è stato bloccato nel corso di un servizio svolto dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile dell’Arma dopo una soffiata che si è rivelata giusta.

Da tempo i carabinieri erano sulle sue tracce, grazie a una serie di appostamenti effettuati nel luoghi della città più frequentati dai senzatetto, compresidormitori e mense per i poveri.

Potrebbe sembrare un caso il fatto che il pedofilo sia stato tratto in arresto mentre si apprestava a consumare un pasto caldo presso un centro della Caritas. Ma a quanto si comprende non lo è.

Lo straniero, oltre tutto, è stato denunciato per non avere ottemperato all’ordine di lasciare l’Italia.

Finalmente è arrivata la svolta.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: Il Giornale