Bassetti vs Salvini: ha messo a repentaglio la vita dei migranti. Scoppia il caos.

Scontro duro ad altissima tensione tra Matteo Salvini e la Cei. Il presidente della Conferenza Episcopale italiana di fatto adesso riapre il fronte col Viminale.

Bassetti manda un messaggio al governo e chiede accoglienza per i migranti che arrivano in Europa: “I migranti vanno soccorsi e salvati, non respinti o bloccati in Paesi terzi non sicuri, perchè noi ci prendiamo delle grandi responsabilità bloccandoli in Paesi terzi, perchè mettiamo a repentaglio la loro vita. Alla fine chi si assumerà la responsabilità di tutto questo?”.

Poi arriva l’affondo diretto a Salvini: “Sono diminuiti gli sbarchi in Italia, ma aumentano in maniera esponenziale i morti in mare. Chi si assume la responsabilità di questi morti?

Ogni morto in mare, nel deserto o perchè vittima di torture, di violenze, è una offesa che colpisce l’intero genere umano”.

Ad un tiro così sferrato, poteva di certo mancare la replica del ministro degli interni, Matteo Salvini? Certo che no.

E proprio a queste parole che ha risposto il vicepremier leghista: “Sono diminuiti gli sbarchi, sono diminuiti i morti. Spero che nessuno abbia nostalgia dei 600.000 sbarchi degli ultimi anni, dei miliardi sprecati, dei troppi reati, delle migliaia di morti del passato.

Oggi in Italia si arriva col permesso, i porti sono chiusi per scafisti e delinquenti”. Ma evidentemente questo alla Chiesa non basta? Eppure gli italiani sono contenti e favorevoli.

Niente da fare. Il braccio di ferro che ormai dura da mesi, mette in opposizione la linea dell’accoglienza della Chiesa e quella dei porti chiusi voluta da Salvini.

Chi vincerà? Scontato.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: repubblica