“Salvini? Uno str… pericoloso”. Sindaco Pd , querelato, va diritto a processo.

Arriva la stoccata finale per il politico. Prima querelato per alcuni frasi social contro Matteo Salvini, oggi a processo per diffamazione.

Paolo Pezzana, sindaco di Sori (Genova) iscritto al Pd, dovrà presentarsi il 3 aprile in tribunale per la prima udienza.

Ad attenderlo potrebbero esserci fino a 20 mila euro di multa. Ma che cosa era successo? Pezzana, prima aveva insultato il vicepremier leghista Salvini per poi dimettersi da responsabile immigrazione dell’Anci Liguria.

Poi da qui era finito al centro della bufera per un post pubblicato su Facebook in risposta a quanto detto poco prima da Salvini che, dalla vicina Recco, località spesso frequentata dall’attuale titolare del Viminale, aveva spiegato che occorreva “ricercare iclandestini strada per strada, casa per casa, per cacciarli”.

Parole a cui Pezzana non aveva fatto mancare la replica: “Non sei un idiota Matteo, un idiota ignora il senso di ciò che dice e la necessità di assumersi la responsabilità delle proprie parole.

Sei propriostronzo, cattivo e pericoloso” e “con uno come te, il futuro diventa una cosa triste”.

Messaggio che gli era costato la querela da parte di Salvini, che a quei tempi non era ancora ministro dell’Interno.

Interpellato da Repubblica a, il sindaco di Sori ha risposto in modo scherzoso: “In realtà facevo un discorso politico un po’ più complesso”.

Continuando così: “Va bene la pace ma non quella del mondo fatato: io credo ancora nel sano conflitto per generare una società più giusta”.

Nessun ripensamento per quel post infelice. Chissà se ci ripenserà quando dovrà pagare quella multa salata.

Fonte: il giornale

Foto credit: il giornale