Bologna nel degrado! I Centri Sociali immersi nei Rave e nella Droga.

E’ uno scandalo quello che avviene nella Bolognina, un quartiere della città di Bologna posta alle spalle della stazione.

Non è l’unica città e non sarà l’ultima. Bologna ha una fetta di città dove domina l’illegalità allo stato puro.

Leggiamo Il Giornale:

In un quartiere per buona parte popolare e oggigiorno multiculturale – dove gli stranieri sono circa il 70% dei residenti – sorge da anni l’Xm24, uno storico centro sociale autogestito che occupa abusivamente gli spazi dell’ex mercato ortofrutticolo, attirando pusher, tossicodipendenti

(che si bucano e bivaccano nel parco retrostante) e loschi traffici, e degradando così ulteriormente un’area già difficile.

“Spazio sociale autogestito Xm24. Uno spazio antifascista, antirazzista, antisessista. Sito da quindici anni nel cuore di Bologna: la Bolognina”. L’Xm24 si definisce così, ma da due anni ormai è scaduta la convenzione con il comune, con la quale la giunta di centrosinistra guidata dal Partito Democratico aveva concesso loro l’usufrutto di quello stabile.

E’ difficile sgomberare lo stabile. E a pagarne le pene sono sempre i residenti. Non solo spacciatori di droga, ma da qualche tempo hanno preso piede anche i Rave Party.

A commentare la situazione stramba è il consigliere di Forza Italia, Stefano Cavedagna, che non perde occasione per ringraziare il buonismo della sinistra del Pd che avevano concesso questo stabile durante la passata amministrazione.

Fonte: ilgiornale

Foto: repubblicabologna