Boldrini vuole più clandestini. E attacca di nuovo il Ministro dell’Interno.

Non parlava da un po’. Oggi ritorna alla carica l’ex presidente della Camera.

Laura Boldrini ritorna ad attaccare il ministro Matteo Salvini. E sono di. nuovo scintille sui temi del diritto e dei clandestini.

Leggiamo Il Giornale:

“Vi insegna lei la libertà“, aveva scritto il ministro dell’Interno, “Queste presunte ‘femministe’ parlano tanto di diritti, guarda caso dimenticando sempre il vero pericolo, l’estremismo islamico, quello per il quale la donna vale meno di zero. Secondo voi perché?”.

Ma l’ex presidente della Camera non ci sta e rivendica la sua presenza in quella piazza. “Eravamo lì a difendere dei diritti”, ha detto a Radio Cusano Campus, “Allo stesso tempo dall’altra parte c’era questo congresso dove invece si cercava di sottrarre a qualcuno diritti sanciti dopo decenni di battaglie, come la legge sulle unioni civili.

Il fatto che dei ministri siano andati lì penso che sia inopportuno e anche preoccupante. Se il ministro Salvini dice che questi diritti non si toccano allora forse ha sbagliato manifestazione. Che si riuniscano queste persone va bene, però sia chiaro che nel nostro Paese non c’è alcun attacco alla famiglia tradizionale.”

Laura Boldrini batte sempre sullo stesso chiodo senza cercare almeno di guardare bene quale sia il vero problema. E Salvini replica sempre alla stessa maniera: “A lei andava bene l’invasione clandestina incontrollata…”

Fonte: ilgiornale

Foto: huffpost