Migrante: due aggressioni SHOCK ai danni di dipendenti di alberghi. Denunciato, si scopre la verità.

Doppio episodio di aggressione ai danni di dipendenti di strutture alberghiere. Un migrante si è reso responsabile dell’ennesimo caso di violenza

Lo straniero, di 25 anni, in evidente stato di alterazione pisco-fisica dovuta all’assunzione di alcol, si è scagliato con veemenza contro un dipendente di un hotel in cui alloggiava.

La vittima, impaurita, ha subito denunciato il fatto alla polizia che è immediatamente intervenuta sul posto. Arrivati, la polizia ha visto lo straniero preso da in un impeto di follia, intento a prendere a calci la vetrata di ingresso della struttura.

I poliziotti, così, si sono avvicinati con cautela all’esagitato ed hanno provato a calmarlo. Tentativo fallito. Il 25enne, infatti, ha continuato nella sua condotta violenta, rifiutandosi anche di fornire i documenti.

A quel punto, per evitare che la situazione degenerasse, gli agenti hanno fermato il giovane e lo hanno accompagnato in Questura per effettuare tutti gli accertamenti del caso. Lo straniero, A.H., è stato deferito all’Autorità giudiziaria per resistenza a Pubblico ufficiale.

Probabilmente, però, la lezione non gli è bastata perchè intorno alle 23 di mercoledì, l’extracomunitario ha concesso un non gradito bis.

L’allarme, questa volta, era giunto da un albergo situato in zona Ospedale a causa di un immigrato che stava aggredendo un dipendente, colpevole solo di sensibilizzare l’inquieto ospite ad avere più rispetto nell’utilizzo della camera affittata.

Alla viste delle forze dell’ordine, il migrante ha continuato con le violenze scagliandosi anche contro le forze dell’ordine. A quel punto sono scattate per lui le manette.

Condotto, di nuovo, in Questura si scopre la verità. Nei suoi pantaloni sono stati rinvenute e sequestrate due bustine con alcuni grammi di marijuana. L’egiziano è stato denunciato anche per detenzione di sostanze stupefacenti.

Chi più ne ha, più ne metta.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: cremaoggi