La nave dei centri sociali non si ferma e sfida di nuovo Salvini: nuovissima missione in mare.

La nave dei centri sociali torna a sorvegliare il Mar Mediterraneo.

Dopo il dissequestro da parte della Procura di Agrigento e le indagini per favoreggiamento, la Mare Jonio si rimette alla ricerca di migranti da portare in Europa.

E’ proprio la Ong Mediterranea a scrivere:

“La #MareJonio naviga verso il porto di Marsala da dove, dopo uno scalo tecnico e il cambio equipaggio, sarà pronta a partire per una nuova missione”.

Attivisti e associazioni, tra cui Libera, hanno accolto l’imbarcazione nel porto di Marsala. “Ci sentiamo a casa”, dicono dalla Ong.

Eppure la nave è stata protagonista di uno scontro feroce con il governo italiano a causa del recupero di 49 migranti, soccorsi prima dell’arrivo della guardia costiera libica, nonostante pare non ci fossero delle condizioni di emergenza.

La nave aveva deciso di navigare verso l’Italia, sebbene la Tunisia fosse più vicina. Così dopo lo sbarco a Lampedusa la Procura aprì subito un fascicolo per favoreggiamento, con conseguente sequestro della nave.

Ma ora, dopo il dissequestro la nave è tornata a sfidare Salvini.

Cosa succederà?

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale