Il ministro del Papa categorico sullo Ius Soli: “legge urgente” sull’accoglienza.

Da quando c’è Bergoglio, il Vaticano è sempre più allineato alla sinistra italiana, come dimostrano le ultime dichiarazioni del ministro del Pontefice sullo Ius Soli e la cittadinanza per gli stranieri.

Il presidente della Ponteficia accademia per la vita e Gran cancelliere del pontificio istituto Giovanni Paolo II per le scienze del matrimonio e della famiglia, ha ribadito: “Sono ormai diversi anni che sono convinto non solo della urgenza ma anche della necessità di una legge come questa, una legge sullo Ius soli, perché totalmente a vantaggio del Paese. Peraltro una legislazione in merito trova una consonanza in tantissima altri Paesi avanzati come ad esempio gli Stati Uniti, non vedo perché dovremmo restare indietro”.

Sebbene il Papa non si sia ancora così espresso a favore dello Ius Soli anche per l’Italia, il fatto che uno dei suoi più stretti collaboratori non ha dubbi:

“Se c’è una continuità in questi sei anni di pontificato, un filo che tiene insieme tutto, è senz’altro l’insistenza sul dovere dell’accoglienza, ovviamente non ingenua”.

Cosa ne pensi?

Fonte: Libero

Foto credit: Libero