Clandestino sale col coltello sull’autobus. Terrore a Milano, Salvini a lavoro per espellerlo.

Panico seminato su un bus a Milano.

Brandendo il suo coltellaccio, un immigrato clandestino è salito sul mezzo lungo via Padova, attirando subito l’attenzione dei passeggeri.

Nonostante il tentativo di qualcuno di mantenere la calma, quando il nordafricano ha iniziato a spintonare le persone che gli si presentavano davanti al suo passaggio, i presenti l’hanno persa totalmente.

Fortunamente nessuno è stato ferito ma al momento dell’identificazione, e dell’arresto, è emerso che fosse senza permesso di soggiorno.

Immediato è arrivato l’annuncio di Salvini, che ha promesso: “Stiamo già lavorando per espeller il clandestino nel suo Paese d’origine”. Torna a far sentire così la politica della “tollranza zero per i delinquenti”.

a tempo il centrodestra denuncia il grado di degrado e delinquenza dei quartieri periferici di Milano e quest’episodio ne è solo la conferma.

Silvia Sardone qualche giorno fa ha detto: “non passa giorno senza che si moltiplichino violenze” in quel ghetto multietnico, tanto osannato dalla sinistra.

E così tuonava dopo il mancato attentato del senegaese: “Il degrado e la delinquenza sono una costante e gli italiani che abitano questa realtà soffrono dell’incapacità delle istituzioni di proteggerli dallo squallore a cui è ridotta via Padova”.

Cosa ne pensi?

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale