Il senegalese idiota era già un delinquente: chi l’ha ingaggiato va castigato. Feltri micidiale scatena il caos.

L’attentato del senegalese continua ad arricchirsi di importanti dettagli.

Dopo i suoi precedenti è arrivato il mancato pentimento, dichiarato senza pudore o vergogna davanti ai magistrati.

Vittorio Feltri ha commentato la vicenda senza mettere da parte la sua schiettezza e i suoi modi. D’altra parte, il tentativo di uccidere 51 ragazzini non può essere commentato con diplomazia o comprensione, come magari intende fare qualcuno di sinistra.

Il direttore di Libero ha voluto porre l’accento sul curriculum dell’uomo: “patente ritirata per guida in stato di ebbrezza, una sentenza per molestie su minori. Tutta roba poco rassicurante che non ha impedito all’azienda di trasporto persone di mettergli in mano una corriera piena zeppa di bambini, verso i quali il soggetto aveva commesso gravi reati che gli avevano procurato una condanna definitiva. Insomma l’africano non era esattamente uno stinco di santo, e il fatto che nonostante ciò egli fosse stato assunto in un ruolo importante, conducente di mezzo pubblico riservato ai piccoli, grida vendetta.”

E’ impossibile non domandarsi come facesse il senegalese a condurre un autobus con dei ragazzini nonostante i suoi precedenti. E anche a tal proposito Feltri è categorico: “Coloro che l’hanno ingaggiato per svolgere un servizio tanto delicato avevano il dovere di verificare che l’ uomo fosse idoneo a ricoprire simile incarico.”

E ha continuato: “Ciò non è stato fatto tant’è che l’idiota ha programmato di sterminare un numero impressionante di alunni, i quali si sono salvati per miracolo, per la prontezza di uno scolaro, per l’abilità e la tempestività dei carabinieri. Rimane il fatto che il senegalese era già un delinquente nel momento in cui è stato assoldato, per cui qualcuno dovrà risponderne. In un giornale se esce a pagina venti un pezzo diffamatorio, il direttore viene imputato per omesso controllo. Una follia ingiustificabile. Ma se il dirigente di una azienda immette nell’organico un farabutto conclamato non è tenuto a pagare il fio?”

E poi la conclusione senza sconti: “I deficienti vanno neutralizzati. Chi consente loro di fare danni va castigato.”

Sei d’accordo?

Fonte: Libero

Foto credit: Libero