Giustizia sia fatta: Casarini indagato per favoreggiamento sbarco clandestini.

Casarini ora per la questione Mare Jonio è indagato. L’ex no global non la passerà liscia.

Tanta confusione per nulla. Casarini, a capo della missione Mere Jonio, ora è indagato per aver portato altri clandestini sulle coste italiane.

Leggiamo Il Giornale:

La nave di Mediterranea Saving Humans, la piattaforma di associazioni italiana, è ancora ferma al porto di Lampedusa dopo lo sbarco di 49 migranti recuperati al largo della Libia. Il sequestro preventivo, disposto dalla Guardia di Finanza dopo il blitz a bordo, è statoconfermato dai magistrati. Nei giorni scorsi nel registro degli indagati era finito il comandante della Mare Jonio, Pietro Marrone. E ora tocca a Cesarini.

Il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, e il pubblico ministero Cecilia Baravelli stavano interrogando Casarini come persona informata sui fatti ma il colloquio è stato interrotto per iscrivere anche il capo missione della Ong ner registro degli indagati.

Casarini è accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e di aver disatteso l’ordine di spegnere i motori della nave. Si tratta degli stessi reati contestati anche a Marrone, che non si è pentito di quanto fatto. La prossima settimana, ad Agrigento, il capo missione di Mediterranea verrà nuovamente ascoltato, in presenza del legale.

Ora che la nave è messa sotto sequestro le indagini andranno avanti. Casarini sarà ancora sotto controllo dai giudici che non gli daranno via libera per salpare sulla nave e continuare il suo traffico illecito.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilgiornale