Michele Santoro vs Matteo Salvini: “Sei da arrestare.”

Santoro parla del Ministro dell’Interno con molta chiarezza e senza mezzi termini sul caso Diciotti.

Il noto conduttore e giornalista, Michele Santoro, non lo manda di certo a dire. Lui che si vergogna di essere un italiano rappresentato da un vicepremier come Matteo Salvini.

Leggiamo cosa ha pubblicato:

“Di fronte al mondo civile mi vergogno di essere italiano, mi vergogno di avere un ministro dell’Interno che si chiama Matteo Salvini.

Uno che ha trasformato il Viminale, che dovrebbe essere la casa sicura di tutti, in un’agenzia di pubblicità al servizio di un partito, uno che dovrebbe garantire il rispetto della legge e invece non fa altro che violarla”, l’attacco del suo durissimo articolo nei confronti del leader della Lega.

“Non è il ministro della sicurezza, è il ministro della guerra civile: trattiene impunemente gente inerme in ostaggio, si sostituisce ai magistrati nell’indicare reati, celebra processi sommari pronunciando a mezzo stampa sentenze che prevedono il carcere per chi non condivide la sua disumanità”.

E per concludere in bellezza il suo intervento contro Matteo Salvini, non poteva non essere chiamato in causa il fascismo di cui tutti i radical chic accusano il vicepremier leghista.

Replica di Salvini si fa attendere.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilprimatonazionale