Emergono nuovi dettagli shock sull’attacco al bus. Aveva addirittura … assurdo!

IL magistrato rivela dettagli raccapriccianti sul senegalese e sull’attentato che stava per compiere.

“Ha agito come momento di esasperazione contro l’attuale situazione migratoria, voleva fare un gesto eclatante per il quale aveva registrato un video con il suo viso in primo piano: un video caricato su YouTube che aveva già diffuso in Senegal per dire “Africa sollevati: non venite più in Europa”.

E ha aggiunto: “Voleva punire l’Europa per la politica che sta seguendo inaccettabile contro i migranti.

Ha sostanzialmente ammesso la sua condotta e la premeditazione, lo aveva ponderato da qualche giorno. Ha fatto tutto da solo, non ha consultato nessuno e non ha ricevuto nessuna direttiva.

Voleva che tutto il mondo potesse parlare della sua vicenda e prendere atto che le morti in mare con bambini sbranati da squali dovevano finire”.

Il video è stato diffuso e inviato, tra ieri sera e stamane, sia ad alcuni amici a Crema che ad alcuni parenti in Senegal.

Il pm ha escluso che Ousseynou Sy sia inquadrabile in un contesto radicalizzato o di stragismo islamico: “Sembra piuttosto un lupo solitario”. Secondo il pm l’uomo non aveva fatto alcuna riflessione di legarsi all’Isis.

Sy è comunque indagato per sequestro di persona, strage, incendio con l’aggravante terroristica, poiché il suo gesto ha creato panico e paura in un gran numero di persone.

A proposito sono state prese misure restrittive e cautelative a partire da oggi e annunciate dallo stesso ministro degli interni.

Perché queste cose non si possano più ripetere.

Fonte: Il Giornale

Fonte: ilmessaggero