Ore da incubo per l’italiano: 3 migranti si scagliano contro di lui, ma un passante lo salva così.

Ore da incubo per l’italiano, un ragazzo di 33 anni che si è trovato a fronteggiare la rabbia di tre migranti nordafricani.

Il tutto è accuduto a bordo del mezzo pubblico in piazza Dalmazia nella città di Firenze. In quel momento il ragazzo si trovava da solo, quando è stato avvicinato da un primo straniero con una bottiglia in mano.

Con tono minaccioso lo straniero gli ha afferrato il braccio proprio mentre tentava di stringere la museruola al suo cane, un rottweiler.

È la stessa vittima a raccontare sulle pagine de “La Nazione” la paura provata in quegli attimi. “Aveva uno sguardo minaccioso”, ricorda il 33enne, che spiega come in breve un secondo nordafricano si sia aggiunto al primo parandosi dinanzi a lui. “Aveva un pitbull e continuava a ripetermi di tenere stretto il mio rottweiler, perché il suo era molto aggressivo. Lo ha detto con un tono minaccioso”.

Prima che la situazione potesse degenerare, l’italiano ha tentato di spostarsi in avanti verso la cabina del conducente del tram, dove si trovavano altre persone. È a quel punto che un terzo balordo nordafricano lo ha seguito fino a mettersi di fronte a lui per impedirgli di obliterare il biglietto ed al contempo cercare di strappargli via di mano il guinzaglio del cane.

“Cercavo di allontanarmi ma lui continuava a seguirmi. Continuava a dirmi frasi del tipo ‘Dammi il cane o te la devi vedere con me’. Contemporaneamente cercava di sfilarmi il guinzaglio”.

Quando lo straniero stava per passare alle maniere forti, fortunatamente un altro passeggero a bordo del mezzo si è reso conto dell’accaduto ed ha contattato telefonicamente le forze dell’ordine.

Due di loro hanno capito che stavano rischiando e sono scesi alle prime fermate disponibili, mentre un terzo ha pedinato per un breve tratto il 33enne per poi scendere dopo un breve tratto dal mezzo pubblico.

Ma il ragazzo italiano ha comunque dovuto nascondersi per tentare di liberarsi della presenza dello straniero. Come è possibile che nel proprio paese, nella propria città non si può restare sicuri?

Gli italiani hanno bisogno e vogliono sicurezza. Ora basta!

Fonte: Il Giornale

Foto credit: imolaoggi