Merkel a capo della Commissione UE: per Prodi sarebbe la cosa migliore. Che figuraccia.

Romano Prodi sta pensando al suo ritorno in politica.

Molto probabilmente il fatto che sia diventato Zingaretti il segretario del Pd lo ha stimolato al punto tale da pensare di riprendere la tessera del partito.

Pare confermarlo egli stesso con un appello fatto durante un’intervista a L’Espresso, in cui si è espresso circa le elezioni europee:

“Serve un nuovo Risorgimento. La bandiera dell’Europa, da affiancare a quella italiana. Nel mondo che non era ancora globale per difenderci bastava la bandiera italiana, ora ne servono due, c’è bisogno dell’Europa”.

Il problema, però, sorge quando indica Angela Merkel come prossima guida per la Commissione europea. Secondo Prodi “potrebbe essere lei la nostra Thomas Becket da uomo di potere alla corte del sovrano a vescovo convertito. Era considerata la custode degli interessi nazionali della Germania e la nemica dell’Europa, oggi ne può incarnare lo spirito”.

Il passaggio da Juncker a Merkel potrebbe significare solo la rovina per l’Italia.

E’ questo che desidera realmente Prodi?

Fonte: Libero

Foto credit: Libero