Pazzesco. ONU tira le orecchie all’Italia per la storia dei migranti, ma la nomination per i diritti va all’Iran?

Assurdo e da non credere. Il Paese che maltratta la donna è i suoi diritti nominato in commissione come rappresentanza?

Ebbene è proprio così. Mentre al nostro Paese viene criticato di tutto, l’Onu ne pensa una davvero incredibile. Una contraddizione sull’altra.

Di cosa stiamo parlando?

Leggiamo Il Giornale:

Eppure la stessa Onu che ci bacchetta, intanto, apre le porte della commissione sui diritti delle donne all’Iran. Lo denuncia fra l’altro Hillel Neuer, direttore esecutivo di «UN Watch». E la conferma si trova nel «Journal of the United Nations» del 13 marzo.

Nel «Summary of official meetings» si legge che la commissione ha nominato la Repubblica islamica dell’Iran e la Nigeria nel «Working group» della 63esima sessione della commissione, che valuta le denunce sulle violazioni dei diritti delle donne.

Una notizia che ha dell’incredibile, visto che proprio la condizione delle donne in Iran è al centro di denunce e allarmi di ogni tipo.

E pensare che costantemente le donne vivono con fiato sul collo di agenti addetti a controllare l’obbligo del velo.

Lì dove L avvocatessa Nasrin è stata condannata perche promotrice dei diritti delle donne.

Fonte: ilgiornale

Foto: altreconomia