Ricorsi al TAR in arrivo: “Rivogliamo 35 euro per migrante.”

I tagli di Salvini hanno suscitato molte polemiche e sollecitato numerose iniziative di protesta.

Arrivano i ricorsi al TAR per riavere i 35 euro a migrante e riavviare nuovamente l’accoglienza come prima del governo gialloverde.

Leggiamo Il Giornale:

Bene, adesso cinque società della Lombardia si sono ritirae dalla gara indetta dalla prefettura di Milano e hanno fatto ricorso al Tar del Lazio, come scrive La Verità.

In soldoni, le associazioni lombarde (così come già fatto da quelle in Emilia Romagna) criticano aspramente la sforbiciata anti-sprechi fortemente voluta dal leader della Lega, che ha ridimensionato drasticamente gli stanziamenti per l’accoglienza, scontentando coop e associazioni. Che ora promettono battaglia a colpi di carte bollate.

Insomma, ora venendo mendo l’utile di impresa, quel business dell’accoglienza è meno fruttuoso: con i tagli operati non riescono più a ottenere profitto e dunque protestano, chiedendo a gran voce di riottenere al più i 35 euro al giorno per migrante ospitato, praticamente mille euro al mese.

A questo punto spetterà al Tribunale del Lazio l’ultima parola. E vedremo cosa otterranno per i migranti.

Fonte: ilgiornale 

Foto: lanuovariviera